Home / Servizi / Assistenza Fiscale Associazioni

Assistenza Fiscale Associazioni

 

Quali sono i principali adempimenti di natura contabile e fiscale per le associazioni?

I principali adempimenti contabili cui è tenuta un’associazione sono:

a) La tenuta di una prima nota di cassa la quale dovrà contenere l’elenco, la descrizione e la causale di tutte le movimentazioni di banca e di cassa ; la tenuta della prima nota permetterà poi la redazione di un veritiero e ordinato rendiconto/bilancio annuale.

b) La redazione di un rendiconto/bilancio annuale di gestione (un rendiconto di tutte le entrate e uscite derivanti dallo svolgimento dell’attività) da chiudersi al 31 dicembre di ogni anno e da approvare entro il 30 aprile dell’anno successivo.

Ai fini civilistici per gli enti non commerciali non sono previsti specifici obblighi di forma nella stesura/redazione del bilancio annuale (come invece avviene per le società).

p.s la redazione di un Rendiconto finale funge sia da informativa interna (quindi per i soggetti che fanno parte dell’associazione) che da informativa esterna (eventuali controlli della finanza che la maggior parte delle volte cerca di verificare se vi sono o meno i requisiti di non commercialità dell’attività svolta dall’ente).

In base a quanto risulta da tali documenti (o da quanto non risulta) potrebbero infatti essere elevate delle contestazioni ( in caso di controllo) riguardo l’attività svolta dell’ente e il suo regime fiscale.

Tali documenti  dovranno essere depositati presso sede sociale.

 

 

Quali sono gli adempimenti di natura amministrativa che le associazioni dovrebbero osservare?

Pur in mancanza di una specifica previsione, risulta, comunque, opportuna l’istituzione e di quei libri e registri che consentano di rendere conto dell’attività svolta dall’ente.

 

Tra I libri sociali troviamo:

IL LIBRO SOCI/ASSOCIATI: da utilizzare per annotare, in ordine cronologico di adesione, tutti i soci,le quote associative pagate dagli stessi, eventuali esclusioni e/o recessi;

LIBRO VERBALI ASSEMBLEE: sul quale si dovranno annotare tutte le delibere assembleari, siano esse ordinarie o straordinarie. (convocazione dell’assemblea per l’approvazione del bilancio.)

IL LIBRO VERBALI CONSIGLIO DIRETTIVO: sul quale si annoteranno i verbali delle adunanze del Consiglio Direttivo dell’associazione; con particolare riguardo a quelle delibere che comportano un impegno organizzativo e/o economico in capo all’associazione.

Per quanto riguarda invece i registri che le associazioni dovrebbero e che comunque è opportuno istituire troviamo il registro degli inventari, nel quale devono essere elencati  tutti i beni dell’associazione, il loro valore all’atto dell’ acquisto e l’ eventuale importo residuo da pagare.

Inoltre, è poi necessario/doveroso conservare tutta la documentazione riferita ai contratti stipulati dall’associazione.

Grazie all’osservazione degli adempimenti DI CUI SOPRA, (contabili, fiscali ed amministrativi) è cosi possibile realizzare:

– una forma di trasparenza nei confronti dei soggetti che fanno parte dell’ente (quindi INFORMATIVA INTERNA)

– dimostrare l’esercizio di una attività senza scopo di lucro; (INFORMATIVA ESTERNA) eventuali controlli che la maggior parte delle volte cercano di verificare se vi sono o meno i requisiti di non commercialità dell’ attività e che quindi non vi sia un abuso del regime di non commercialità ( esempio  sulla natura dei proventi…).

– verificare il perseguimento degli obiettivi previsti dallo statuto sociale.( INFORMATIVA INTERNA ED ESTERNA)

 

 

Shkarkoni dokumentin me te dhena per asistencen fiskale

Area fiscale e amministrativa per APS